CMO : le visite collegiali di competenza di quelle di Firenze e Napoli dal 15 gennaio prossimo passano in via sperimentale alle CMV

servizio sanitario x

servizio sanitario x

 

Circolare Dipartimento della pubblica sicurezza – Direzione centrale di sanità, prot. 850A-A/25-11 del 2 gennaio 2019, indirizzata a tutti gli Uffici centrali e periferici dell’Amministrazione della pubblica sicurezza.

OGGETTO: Accordo ex art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241 – attribuzione in via sperimentale alle Commissioni mediche di verifica di Firenze e di Napoli della competenza per le visite collegiali, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 2001, n. 461 e del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 12 febbraio 2004, nei confronti del personale della Polizia di Stato in servizio ed in quiescenza.

Come noto, le competenze territoriali delle Commissioni mediche di 2^istanza e delle Commissioni mediche ospedaliere (C.M.O.) sono stabilite all’allegato “D” del decreto ministeriale 12 febbraio 2004, recante “Criteri organizzativi per l’assegnazione delle domande agli organismi di accertamento sanitario di cui all’art. 9 del decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 2001, n. 461, ed approvazione dei modelli di verbale utilizzabili, anche per le trasmissioni in via telematica, con le specificazioni sulle tipologie di accertamenti sanitari eseguiti e sulle modalità di svolgimento dei lavori, come in ultimo modificato dalle Determinazioni del Capo di Stato Maggiore della Difesa del 27 marzo e del 19 dicembre 2013.

Tali ambiti di competenza territoriale, ridefiniti anche a seguito della soppressione di alcune C.M.O., prevedono un bacino d’utenza a carattere interregionale molto ampio, che incide significativamente in alcuni casi sull’attività complessiva, ed in particolare sui tempi d’attesa per i provvedimenti medico-legali.

Con accordo ex articolo 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241, stipulato tra Stato Maggiore della Difesa, Dipartimento della pubblica sicurezza, Comando generale della Guardia di Finanza e Ministero dell’economia e finanze, in vigore dal 5 settembre 2018, è stata attribuita alle Commissioni mediche di verifica (C.M.V.) di Firenze e di Napoli la competenza per le visite collegiali, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 2001, n. 461 e del citato d.M. del 12 febbraio 2004, nei confronti del personale delle Forze armate, ivi compresa l’Arma dei carabinieri, della Polizia di Stato e del Corpo della guardia di Finanza.

Tale provvedimento nasce in via sperimentale con l’intento di valutare la fattibilità di misure atte a ridurre gli attuali considerevoli carichi lavorativi gravanti sulle C.M.O. interforze, rendendone le relative attività più celeri ed efficaci, semplificando gli adempimenti e riducendo i tempi di svolgimento degli accertamenti sanitari, con significativi vantaggi per il personale dipendente interessato.

A decorrere, perciò, dal 15 gennaio 2019, i procedimenti per il riconoscimento della dipendenza di infermità da causa di servizio, per la concessione della pensione privilegiata ordinaria e dell’equo indennizzo, nonché gli accertamenti di idoneità al servizio, inidoneità ed altre forme di inabilità, non dipendenti da causa di servizio, ai fini del cambio di mansioni, della dispensa dal servizio e dell’eventuale conseguimento di trattamenti pensionistici, previsti dal citato d.P.R. n.461/2001 e riguardanti sia il personale della Polizia di Stato in servizio assegnato ad uffici e reparti dislocati in Toscana ed in Campania sia il personale collocato in quiescenza residente nelle suddette regioni, sono demandati alle Commissioni mediche di verifica del M.E.F. con sede a Firenze e a Napoli.

Premesso quanto sopra, con la presente si forniscono indicazioni sugli adempimenti e su altri aspetti applicativi, riservandosi di impartire più specifiche e puntuali istruzioni, in base all’esperienza maturata nella prima fase di attuazione.

A decorrere dal 15 gennaio 2019, le istanze di riconoscimento di causa di servizio e concessione dell’equo indennizzo, nonché di riconoscimento di trattamento di pensione privilegiata ed accertamento di inidoneità ed inabilità non dipendenti da causa di servizio, riguardanti il personale della Polizia di Stato in servizio ed in quiescenza delle regioni Toscana e Campania, dovranno essere trasmesse per la trattazione alle rispettive Commissioni mediche di verifica di Firenze e Napoli; i procedimenti già trasmessi alla stessa data alle Commissioni mediche ospedaliere competenti per territorio di La Spezia, Roma e Bari rimarranno, invece, in carico alle citate Commissioni mediche ospedaliere.

In caso di invio a visita medica collegiale per l’accertamento della permanenza dell’idoneità al servizio di istituto, a far data dal 15 gennaio 2019, sia il primo invio sia i successivi, conseguenti ad eventuali giudizi di temporanea non idoneità al servizio formulati dalle competenti Commissioni mediche ospedaliere, dovranno essere effettuati esclusivamente alle Commissioni mediche di verifica, cui dovranno pervenire da parte delle Commissioni mediche ospedaliere i processi verbali completi, relativi alle visite espletate.

Rimangono invariate le modalità di ricorso alla Commissione medica di 2^ istanza avverso i giudizi medico-legali di idoneità al servizio espressi sia dalle Commissioni mediche ospedaliere sia dalle Commissioni mediche di verifica.

Restano, altresì, di competenza delle strutture sanitarie militari la trattazione delle procedure per il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio delle lesioni traumatiche da causa violenta con modello ML/C e la trattazione delle istanze per il riconoscimento dello status di vittima del dovere, del terrorismo e della criminalità organizzata ed equiparate.

Al fine di consentire la convocazione del personale dipendente a visita medico-collegiale, si indicano di seguito le modalità operative per l’invio della documentazione alle C.M.V. di Firenze e di Napoli da parte degli Uffici dell’Amministrazione richiedente, rammentando, ad ogni buon fine, che gli adempimenti amministrativi necessari per l’espletamento degli accertamenti medico-legali presso le Commissioni mediche di verifica sono disciplinati dall’articolo 7 del suddetto decreto del Ministero dell’economia e finanze del 12 febbraio 2004 e, nel dettaglio degli aspetti procedurali, dalla circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 426 del 26 aprile 2004.

I dirigenti degli uffici e reparti della Polizia di Stato situati nelle regioni Toscana e Campania, dal prossimo 15 gennaio 2019, inoltreranno, rispettivamente alla C.M.V. di Firenze e di Napoli, tutte le nuove pratiche, nonché quelle istruite ma non ancora inviate alle Commissioni mediche ospedaliere, inerenti provvedimenti di valutazione di idoneità al servizio, dispensa dal servizio, riconoscimento di dipendenza di infermità/lesione da causa di servizio e pensione privilegiata ordinaria, servendosi della modulistica già in possesso e correntemente utilizzata.

Per la C.M.V. di Firenze la documentazione dovrà essere inviata:

a mezzo di posta ordinaria all’indirizzo: Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ragioneria Territoriale dello Stato di Firenze e Prato – Commissione Medica di Verifica, Via Pietrapiana, 53 – 50121 Firenze; oppure

a mezzo telefax al numero: 055.27.43.293 ovvero, preferibilmente

a mezzo P.E.C. all’indirizzo: cmv-fi.dag@ pec.mef.gov.it

Per informazioni relative alla C.M.V. di Firenze, l’utenza telefonica attualmente disponibile è 055.27.43.270. Non appena diverrà operativa la segreteria dedicata alla Polizia di Stato, sarà data comunicazione dell’utenza telefonica esclusiva assegnata.

L’ubicazione degli ambulatori, per la sede di Firenze, è via Verdi n. 24 – 50122 Firenze.

Per la C.M.V. di Napoli la documentazione dovrà essere inviata:

a mezzo di posta ordinaria all’indirizzo: Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ragioneria Territoriale dello Stato di Napoli – Commissione Medica di Verifica, Via Francesco Lauria, 80 – Centro Direzionale – Isola F8 – 80143 Napoli;

oppure a mezzo telefax al numero: 081.58.28.811;

ovvero, preferibilmente a mezzo P.E.C. all’indirizzo: cmv-na.dag@pec.mef.gov.it

Per informazioni relative alla CMV di Napoli, le utenze telefoniche attualmente disponibili sono le seguenti: 081.58.28.444 – 081.58.28.470 – 081.58.28.472 – 081.58.28.451.

L’ubicazione degli ambulatori, per la sede di Napoli, è Via Francesco Lauria, 80 – Centro Direzionale — Isola F8 – piano terra – 80143 Napoli.

Roma, 2 gennaio 2019

Il Direttore centrale
Ciprani

La circolare

Centro preferenze privacy

Necessari

Utilizzati per avere le corrette funzionalità del sito.

PHPSESSID,cookie_notice_accepted,CookieConsent,wordpress_logged_in_[hash],wp-settings-{time}-[UID],gdpr[allowed_cookies,gdpr[consent_types],gdpr[privacy_bar]

Statistiche

Utilizzati per le statistiche del sito in modalità anonima.

_ga,_gat,_gid

Marketing

Utilizzati per migliorare l'esperienza utente.

_gd#,collect